Cerca nel blog

domenica 24 marzo 2013

Au pays des têtes

Rolling heads


Cortometraggio d'animazione di Cédric Louis e Claude Barras.

Emile è un piccolo vampiro costretto a tagliare teste. Odia il suo lavoro, sotto sotto detesta il sangue, ma una padrona dispotica e capricciosa dispone anche della sua vita.


"Uccidere, uccidere senza pietà per andare avanti, per spianare il cammino, per non stancarsi. Un cadavere, anche se molle, è un ottimo scalino per sentirsi più in alto. Innalza. Uccidere, finirla con tutto ciò che disturba perché tutto sia diverso, perché il tempo scorra più in fretta. Servizio Offresi, finché non uccidano anche me; con pieno diritto".
da Delitti esemplari, Max Aub, Sellerio

Uno spassoso e macabro cortometraggio d'animazione da quella fucina inestinguibile di talenti che è l'Office national du film du Canada.
Molto burtoniano, ma divertente, ben fatto e con una colonna sonora irresistibile!







10 commenti:

  1. In alcuni punti ha anche un certo "clima"... Veramente simpatico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualche cortometraggio divertente ogni tanto ci sta :)

      Elimina
  2. C'è un LIEBSTER AWARD fresco fresco che ti aspetta da me ....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, bradipo, sei unico e insostituibile!!!

      Elimina
  3. Carino davvero, ultimamente i corti canadesi volano parecchio alti. Hai visto "When the day breaks"?

    RispondiElimina
  4. Sì, l'ho visto e mi è sembrato un vero capolavoro. Cosa si può raccontare in pochi minuti, con l'ausilio delle sole immagini e con una musica straziante. Davvero meraviglioso.
    (Però, se ricordo bene, tu l'hai giudicato appena sufficiente)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, a me i cortometraggi non dicono granché. Oddio, adoro il fatto che riescano a dire molto e a trasmettere forti emozioni in pochissimi minuti, però - boh, mi lasciano sempre con l'amaro in bocca. Però hai ragione, WTDB è da 7.

      Elimina
  5. Se può interessarti, dei due autori è anche questo "Sainte barbe", http://www.youtube.com/watch?v=SOUG8o780RU.

    Burtoniano anch'esso, anche se un po' meno rispetto il precedente (è però impossibile non vedere nel bosco del cortometraggio quella che è la foresta di "The nightmare before christmas"), mi è piaciuto più di "Rolling heads" forse perché più intimo o "ingenuo", questo "Sainte barbe" - una favola agrodolce sulla perdita, un Bildungsroman dolcissimo dalle tinte nostalgiche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma, grazie!
      davvero bello, come sempre del resto, dal sito canadese e da questi due autori.
      Ti saluta dr mabuse!

      Elimina
    2. E chi credi mi abbia detto di guardare il corto di Korine? :D

      Elimina