Cerca nel blog

martedì 16 aprile 2013

Chico & Rita

El corazón de Cuba


Film spagnolo del 2010 diretto da Tono Errando, Javier Mariscal e  Fernando Trueba.

L'Avana 1948, una città ricca di locali notturni, di cabaret, di turismo di ricchi americani. Chico è uno squattrinato pianista di jazz, Rita una cantante dalla voce calda e meravigliosa. Tra i due nasce un amore travagliato. Si lasciano e si riuniscono, si amano e si detestano. Ma niente riesce veramente a dividerli, neanche la rivoluzione che incendierà l'isola tra non molto.

Ero ammalato, dovevo essere ammalato. Non c'era altra spiegazione possibile. Palpitazioni, tachicardia, una inspiegabile ansia, non riuscivo neanche a respirare.  Mi mancava l'aria. Sì, quando lei non c'era boccheggiavo, mi prosciugavo.
Mi bastava, però, vederla da lontano, ascoltare la sua voce calda, sensuale perché improvvisamente mi risvegliassi dal torpore, dall'indifferenza.
Rita, Rita, non pensavo ad altro, ero cieco, completamente cieco, vedevo solo lei. Senza di lei tutto era vuoto, anzi, non esisteva nemmeno. Quando un corpo, un'anima risponde in perfetta armonia ad un altro corpo, in simbiosi quasi, questa è per me la felicità. Ed io ero felice. Con lei, con Rita. E con chi altri se no.


La cronaca di un amore travagliato, intenso, vero, palpitante, che sfida la storia, i rovesci della fortuna, la gelosia e l'invidia. Nient'altro. Ma penso che sia sufficiente.
Premio Goya 2011 per il miglior film d'animazione.



6,5/10
Chico & Rita (2010) on IMDb



musica appropriata: Chico Trujillo, Los sabanales

7 commenti:

  1. ce l'ho da qualche parte, fra un po' tocca a Chico & Rita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non mi ha entusiasmato, ma merita di essere ripescato.

      Elimina
  2. Anch'io ce l'ho, ma ora, dopo aver letto questa recensione, lo cestino immediatamente :P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma no, perché? La recensione fa schifo, sicuramente; il film no. Si può ben vedere. Anzi, è una pellicola gradevole.

      Elimina
    2. Ma non intendevo la recensione! Cioè, non intendevo che la recensione facesse schifo, soltanto che, appunto, non ne parli come di qualcosa che valga davvero la pena vedere... quel 6,5, poi, smussa ogni dubbio. :P

      Elimina
    3. Di solito, con qualche piccola eccezione, "recensisco" solo film che ritengo valga la pena vedere. Il voto lascia il tempo che trova (anche perché è un po' schizofrenico, nell'altro sito è sempre diverso. A proposito, ho letto delle cose non piacevoli. Mi dispiace... Mah)

      Elimina
  3. Roger Ebert ne ha parlato molto bene

    RispondiElimina